Come Ripartire da Zero da dove ti trovi ora

Come Ripartire da Zero. E’ questo l’ argomento di questo articolo.
Quando  inizierai a leggere questo articolo e le parole messe in fila una dietro l’altra, potrai scoprire qualcosa di nuovo. Qualcosa di cui quasi nessuno te ne parla.

E’ il tema che oggi sempre più persone si trovano ad affrontare: Come ripartire da zero.
Su questo  argomento, provano una netta sensazione di disorientamento.
Hai presente quando ti svegli al mattino, dopo esserti alzato, fatto una doccia, vestito, esci per fare colazione?

E cosa ti trovi davanti ai tuoi occhi?
Una città sconosciuta dove sei in vacanza e in cui non sei mai stato prima.
Hai presente quella sensazione di disorientamento che provi subito? (in questo articolo ho parlo di “Come Superare uno Shock nel lavoro e nella vita privata in 4 semplici mosse” )

Ecco, è molto simile a quello che si prova quando ti trovi a rispondere alla domanda: Come Ripartire da Zero.

 

La prima cosa naturale, spontanea  e soprattutto facile è quello di trovare la risposta, all’esterno di noi stessi.

Iniziamo a “sentire” il giudizio degli altri che ci hanno dato o che ci danno.
Nello schermo della nostra mente,  in maniera inconscia, iniziamo “rivedere” le scene di un film.

Le scene di ciò che abbiamo fatto. E nella maggior parte dei casi, ci concentriamo sui risultati e situazioni negative.
Su ciò che ci ha creato dolore e sofferenza.

Questi sono due tipici errori di chi vuole trovare la risposta alla domanda: Come Ripartire da Zero.

Ti stai chiedendo qual è la soluzione?
E’  nella tre parole che leggerai subito questa riga.

Chi sei veramente? Sì, Chi sei veramente?
E qualunque risposta che tu dia a questa domanda, ti sei chiesto se è la risposta giusta?

E se fosse la risposta che qualcuno, in modo consapevole o inconsapevole ti ha trasmesso?
Ci hai mai pensato?

Chi sei veramente?
Come hai deciso che “sei così”.

E se quello che pensi di te stesso, fosse falso?
Ci hai mai pensato?

 

 

Quando siamo bambini, siamo classificati e giudicati proprio quando iniziamo ad andare  scuola.
“Sei birichino…”, “sei simpatico…”, “sei capriccioso…”, “sei così…”, “ sei colà…”.

Sono proprio questi giudizi, queste parole che ascolti giorno dopo giorno, che si infilzano nella tua mente fragile.
Proprio come un coltello che affonda in un formaggio di pasta filata molle. Hai presente l’ immagine?

Ecco che incidono profondamente su  “chi sei”.
Ovvero sulla parte più profonda di te: la tua identità.

E proprio da questi giudizi, queste parole ascoltate, inizi a riconoscerli come “tuoi”.
Inizi piano piano in modo silenzioso, a creare la tua storia, il tuo comportamento.

Stai pensando ai risultati che ottieni?
Quesi risultati, sono “ in linea” con questa identità che qualcuno ti ha “appiccicato” addosso.
E a cui hai creduto in modo inconsapevole.

Ecco che trovare la risposta alla domanda Come Ripartire da zero, diventa per alcuni impossibile farlo (ho scritto un articolo che puoi leggere qui “Difficoltà: come superarle attraverso la tua mappa”  ) . “Hai 40 anni…”, “ci hai provato tante volte e ti è andata male…”, “Non può funzionare…”, “attento che se cadi ti fai male…” etc.

Ed è così, sulla base di questi giudizi che hai ascoltato e a cui hai creduto, che inizi a vivere la tua storia.
Inizi a vivere la tua vita, il tuo lavoro e le tue relazioni. Tutto in base alla “identità”.
Ciminci a vivere la vita di qualcun altro. Non la tua!

Ecco che riuscire a dare risposta alla domanda Come Ripartire da Zero,  diventa una vera e propria lotta.
Una lotta con te stesso. Con la tua “identità” che si scontra con il tuo “vero te stesso”.
Così ti accucci, ti ritiri nella tua confortevole scatola,ti adegui e vivi una vita frustrata.

 

 

Ma in tutto questo meccanismo c’è una cosa che ti farà evitare di vivere una vita piena di frustrazione.
Qualcosa che ti aiuterà, se sei disposto a farlo, di uscire dal guscio e trovare finalmente la risposta a “Come Ripartire da Zero”.

Questa cosa è data dal fatto che vivendo solo una storia nella tua mente.
Una storia frutto di giudizi che ti hanno dato, a cui tu hai creduto essere veri e che oggi sono diventati “la storia” che ti racconti, quindi vera.

Ma c’è una cosa che devi sapere: è solo una storia.
E la tua storia può essere cambiata.

Ma chi sei veramente??
“ io sono intelligente…”, “sono quattro, ma potrei fare di più…”, “sei come tuo padre…”, “sei come tua nonna…” . Questi sono solo giudizi che ti vengono appiccicati addosso e a cui tu hai scelto di credere.

E se non fosse così?
CHI SEI VERAMENTE???

Ed è così che inizi a recitare la tua parte nel palcoscenico della vita.
Ma ricorda, è solo una storia.
E’ una parte del copione che puoi cambiare in ogni momento.
E puoi farlo prima che le luci si spengano e il sipario chiuda la vista della scena in modo definitivo, lasciandolo al buio.

E sai una cosa?
Il tuo copione, le pagine del tuo libro, puoi riscriverle in un qualsiasi settore della tua vita.
Nelle relazioni, nel lavoro, nei rapporti con i figli e con te stesso.

E questa si che finalmente è una buona notizia che da oggi sai.
Puoi cambiare questa parte, proprio come quando scegli di leggere le pagine di un libro.
Puoi girarle e leggerne un’altra.

 

 

Ma c’è una cosa che devi sapere…

A volte, cambiare pagina non basta per cambiare la tua storia.
A volte è necessario cambiare libro.

CAMBIAMO LIBRO???

E si proprio in questo istante, è quando decidi di cambiare libro, che puoi finalmente scrivere la tua nuova storia. Una storia in cui TU SEI IL PROTAGONISTA! Una storia in cui scegli tu, pagina dopo pagina come si svolge il racconto. Quali sono i colori delle immagini che vorrai mettere. Quali emozioni vorrai vivere e che aiuterai a vivere agli altri.

Che dici, è arrivato il momento di cambiare libro?

Ma proprio sul più bello, quando finalmente hai deciso di cambiare libro, c’è un ostacolo inaspettato e molto forte che ti frena e ti blocca all’improvviso: il giudizio degli altri.

Sì, ancora lui.
Proprio quando pensavi di averlo superato.

Ed è ancora più forte, incisivo e travolgente, quando si tratta di quelle persone che ti sono vicine.
Quelle persone che non stimi e che si permettono di dare il loro giudizio.
Ma ricorda che sei tuo che hai concesso loro la possibilità di giudicarti e di farti influenzare.

Ma in questi casi c’è una cosa che puoi fare: non permettere mai a nessuno di darti un giudizio!

Ti faccio una domanda…
E se tutto quello che ti sei raccontato fino ad oggi fosse falso??

Prova ad immaginare per un attimo…
Se tu oggi potessi ripartire da zero, cosa scriveresti in quel tuo libro?

Se tu fossi un artigiano che ha della creta, come vorresti modellarla?
Come creeresti il nuovo te stesso? Quale identità avresti?

In realtà è proprio questo che facciamo quando siamo bambini.

Abbiamo a disposizione la nostra creta che ogni giorno modelliamo. Il problema è che essendo bambini, non abbiamo la forza e la capacità di modellarla come vorremmo.

Questo accade perché permettiamo agli altri, di modellarla secondo i loro giudizi.
Ed eccoci qua mentre leggi queste parole che scrivo su, come ripartire da zero, che puoi iscrivere una nuova storia. Immagina una storia completamente nuova rispetto a quella che hai vissuto fino ad oggi.

Ma devi imparare a fare una cosa: difendere la tua creta!
Sì, è la tua creta e puoi modellarla come vuoi.

 

 

Ma fai attenzione…
Mentre sei entusiasta della possibilità di scrivere la tua nuova storia, avrai un ostacolo da superare.
Questo ostacolo è rappresentato dai risultati che ottieni mentre la scrivi, mentre crei la tua nuova identità.

Ma non è finita…
C’è un altro ostacolo ancora più forte che dovrai imparare a superare: il tuo giudizio che è legato al giudizio che gli altri ti hanno dato.

C’è un grosso rischio in questo?
Sì, c’è un rischio molto grosso.

Il rischio è che tu confermi quei giudizi che gli altri ti hanno dato e che tu stesso ti sei dato.

Come sai, nella nostra società occidentale si parla sempre in termini di successo.

Ma cos’è il successo?
Cos’è il successo per te?

Il successo non è vincere tutte le partite come quelle di un campionato, ma è una Linea di Tendenza. Per riuscire a trasferirti questo importante messaggio, mi faccio aiutare da un’immagine ed un’attività che forse, ti è molto comune: lo sport (se può interessarti approfondire l’ argomento sul “successo” ho scritto questo articoloCome avere successo nel 2017: e strategie efficaci per partire con il piede giusto” )

Hai mai conosciuto qualche campione  o qualche squadra che vince tutte le partite?
La risposta è no.

Tu invece  quando accade che perdi qualche partita, cosa sei solito fare invece?
Ti concentri su quella sconfitta temporanea, anziché sull’ intero campionato che hai davanti.

Cosa puoi fare?
Evita di concentrarti sul risultato momentaneo.
Focalizzati invece sull’ intero campionato, sulla linea di tendenza su cui ti stai orientando.

Inizia a concentrarti sul tuo potenziale.
Se torni indietro con la mente, quando eri bambino e andavi in bicicletta, cadevi ma subito ti rialzavi e ci riprovavi. Ti focalizzavi sull’ andare in bicicletta e non sulla caduta.

Ora invece cosa fai? Esattamente il contrario.
Ti focalizzi sulla caduta e non su quello che vuoi fare. Stai giudicando un accaduto.
Ed è proprio questo giudizio che ti tiene bloccato e fermo sulla caduta che non ti fa rimontare e ripartire da zero.

Ma ricorda… la caduta è solo una tappa.
E’ solo una partita di un campionato intero, una tappa dell’ intero giro.

E per favore, lascia perdere il giudizio degli altri su cosa è possibile fare e su cosa invece, no.
Quando quel qualcosa che tu vuoi, per loro è impossibile, è solo perché sono loro che non ci riescono.
Non tu.

Quello che devi sapere è che è un meccanismo di difesa.
Una difesa che gli consente di scrollarsi la responsabilità del fatto che loro non ce l’hanno fatta.

Immagina di fare una cosa…

Prova a staccarti per un attimo dalla realtà e osservare la tua vita dall’ esterno.
Come potresti crearla meglio?

E per favore fai tuo questo concetto:

 

 

Ora è arrivato un momento molto atteso.
E’ un momento importantissimo in questo viaggio: Permettiti una cosa: vivere la vita come tu la vuoi.
Questo concetto ti consentirà di far vivere agli altri la loro vita, come loro la vogliono.

Ma non è finita perché c’è un altro ostacolo che stai per affrontare:  il giudizio che ti dai sui risultati che ottieni.

Ricorda: non legare i risultati al tuo giudizio.
I risultati che ottieni, non hanno nulla a che vedere con “chi sei”.

Liberati dal giudizio.
Ricorda che il successo, qualunque cosa tu intenda per successo, è una linea di tendenza.
E’ lì che è la tua destinazione. Ma sappi che devi arrivarci, passo dopo passo, tappa dopo tappa.

Metti da parte i giudizi, le tappe, le prove, le cadute.

Sapevi che Fred Astaire prima che diventasse chi poi è diventato, era stato giudicato in un provino come “non sa recitare, sa ballare un po’ è leggermente calvo”. Questa nota, Fred la manteneva nel suo salotto di casa a Beverly Hills.

Conosci la storia di Richard Bach?
Quando decise di pubblicare il suo racconto su un gabbiano che si libra in volo, ci furono diciotto case editrici che lo rifiutarono. Il libro alla fine fu pubblicato e nel 1975 vendette sette milioni di copie solo negli Stati Uniti. Il libro è il Gabbiano Jonathan Livingston.

E poi c’è la storia di Lev.
Sì, Lev Tolstoj si ritirò dall’ Università e fu giudicato come “non disposto ad imparare”.

E quella di Walt? La conosci?
Anche lui venne giudicato da una suo direttore di giornale, “come una persona che non aveva idee”. Walt in più occasioni cercò di creare imprese ma fallì miseramente e in modo continuativo. E questo prima di creare Disneyland.

Pensa che un giornalista, mentre intervistava il figlio gli chiese: “Cosa direbbe suo padre oggi se vedesse tutto questo”. Il figlio di Disney rispose: “scusi, ma forse lei non ha capito. Mio padre aveva visto tutto già nella sua mente”. E lo congedò.

Ti dice qualcosa il nome Johnny Weismuller?
Lui era un bambino poliomielitico che aveva un sogno di diventare un grande campione di nuoto. Forse non ci crederai ma vinse le Olimpiadi. Non Solo. Divenne il più celebre Tarzan del cinema.

E poi c’è anche la storia di una persona che iniziò a lavorare come “raccoglitore di escrementi”.
Bene quella persona, quarant’anni dopo, divenne il proprietario del più celebre e importante quotidiano nazionale d’ America: Usa Today. Il suo nome? Al Neuharth(ho messo la foto in cima a questo articolo).

 

 

Pensata un attimo…

Cosa sarebbe accaduto se queste persone si fossero fermati al giudizio che gli altri davano loro?
Se queste persone non avessero scoperto “chi erano” e cosa volevano, cosa sarebbe accaduto? E questo a dispetto della situazione in cui si trovavano e dei giudizi che ricevevano? (in questo articolo parlo proprio delle Tre Dinamiche Mentali delle Persone di Successo  )

Pensaci…

Commetti errori, sbaglia, rialzati e vai avanti senza farti influenzare dai giudizi degli altri, ma soprattutto dai tuoi. La Tua storia devi viverla dentro di te. E’ lì che la scrivi. Perché solo se sbagli, se commetti errori e non ti focalizzi su di essi, puoi procedere verso la linea di tendenza.

Ecco perché è importante che ti focalizzi a scoprire “chi sei” il prima possibile.
Perché se ti concentri su “chi sei veramente” allora puoi fare leva per creare la tua storia, scrivere il tuo libro e creare la tua creta.

Perché sai in fondo che è solo una questione di tempo se vivi centrato su di te e sul tuo potenziale.
Ma attenzione però!

Ricorda una cosa importantissima durante il tuo viaggio: Non perdere mail il rispetto di te stesso. Il Tuo Rispetto. A prescindere dai risultati che ottieni. Puoi perdere tutto. Ma c’è una cosa che devi darti e che meriti. Il Rispetto. Il Tuo Rispetto!

Ecco la risposta alla domanda “Come Ripartire da Zero”.

Buon viaggio amico mio…
Salvatore

PS. Ricordati che sei nato per essere felice e vivere la vita come tu la vuoi.

PSS. Se ti è piaciuto questo post, condividilo con gli amici sul tuo social preferito.

 

Difficoltà: Come superarle attraverso la tua “Mappa”

Difficoltà: come superarle attraverso la tua “Mappa”.
Si perchè anche se non lo sai, ognuno di noi ha la propria “mappa”. Solo che è ben nascosta, non sappiamo di averla e nessuno ce ne ha mai parlato prima. Ecco perchè con ogni probabilità nemmeno tu sai di possederla. Sai una cosa? E’ uno strumento infallibile per farti superare le difficoltà(te ne parlo più avanti…).

Cominciamo…

Quando leggerai questo post, man mano che i tuoi occhi vedranno scorrere davanti a se le prossime parole, scoprirai che forse è lo stesso momento che stai vivendo anche tu. Oppure un momento che hai vissuto. O che vivrai nel prossimo futuro.

Imparare a superare le difficoltà oggi è un’abilità indispensabile che devi acquisire. L’unica vera “arma” per affrontarle e superarle brillantemente è scoprire la tua “mappa” ed imparare a decifrarla e poi… seguirla!

Il mondo di oggi porta con sé un pressoché generalizzato grado di insicurezza. Insicurezza a cui non siamo stati abituati. Forse perché erano altri tempi? Forse perché ci hanno sempre insegnato il valore della “sicurezza”? O Forse perché  questo modello attuale è diverso da quello in cui siamo cresciuti noi e i nostri genitori?

Fatto sta che qualunque sia il motivo, oggi quel senso di sicurezza manca. E manca a più livelli. Questo ti offre quel senso di inadeguatezza e di fragilità di chi si sentirà soddisfatto solo quando… “avrò una sicurezza”, solo  quando… “guadagnerò di più…” solo quando… “avrò una maggiore salute”, solo quando “avrò una maggiore serenità”, solo quando… (scrivi tu cosa stai rincorrendo).

Facendo riferimento agli ambiti professionale, ci sono sempre più lavori precari e instabili. E questo inevitabilmente si ripercuote sulle entrate economiche sempre più altalenanti e anche nei rapporti rapporti personali sempre “meno sicuri” rispetto ad un tempo.

Questo è il quadro odierno.
E’ un quadro a tinte fosche? O è solo un quadro con dei colori e sfumature a cui il nostro occhio non è abituato?

Generalmente, questo è il quadro un pò grigiastro. E mi si prospetta quando parlo con le persone dal vivo e anche attraverso i social. E con ogni probabilità è quello che anche tu in una qualche forma stai vivendo.

Ad ogni modo oggi siamo al punto in cui o ci si prepara ad affrontare questa realtà o la si subisce.

Ma come ci si prepara?
Domanda legittima ed interessante allo stesso tempo.
La risposta è: ripartendo da sè scoprendo la propria “mappa” (questo è l’elemento attraverso cui puoi prepararti)

Infatti questa domanda apre lo scenario ad una risposta a cui oggi, meno di prima, diamo ascolto e attenzione: noi stessi.

Oggi è il tempo in cui tutto va veloce. Il lavoro, le innovazioni, le preoccupazioni, ansie e frustrazioni. Tutto viene consumato di fretta senza nemmeno accorgerci di dove siamo diretti. Andiamo, ma non si sa bene verso dove(se vuoi imparare a lavorare su di te, questo articolo che ho scritto può esserti utile con alcune risorse)

Ti è capitata di provare questa sensazione e chiederti dove sto andando?
Io si. Mi capita e spesso.

Ma tornando al motivo principale di questo articolo Difficoltà: come superarle attraverso la tua “Mappa” , quello che dobbiamo sapere è che è necessario fare 4 cose, senza le quali andremo nuovamente a sbattere.

Ecco quali sono queste quattro cose:

  1. Fermarci
  2. Capire chi siamo
  3. Orientare le Vele
  4. Ripartire

Analizziamole in modo più profondità…

– FERMARCI – E’ l’unico modo che ci aiuta a scendere da quella ormai più che nota ruota del criceto. Corriamo di continuo per rincorrere i nostri bisogni(serviti alla perfezione dal marketing) e una volta soddisfatti, ricomincia la corsa verso qualcos’altro di nuovo. Risultato? Siamo sempre di corsa verso qualcosa di nuovo o per sfuggire da qualcuno o qualcosa(sistema di persuasione utilizzato alla grande dagli esperti di marketing)

– CAPIRE CHI SIAMO – E questo è uno dei punti più importanti per iniziare a ripartire. Ed è un argomento di una delicatezza unica in quanto è proprio il comprendere il “chi siamo” . E ci consente di adattare ciò che vogliamo avere, con quello che è “il nostro scopo nella vita”(sono le prime cose che ti aiuta a scoprire la tua “mappa”). Dedicare tempo, energia e riflessione a questo aspetto è cosa molto rara. Chi lo fa, è in grado di ripartire con sicurezza e affrontare le tempeste che ci saranno con una consapevolezza maggiore.

– ORIENTARE LE VELE – Questa rappresenta una metafora. Cosa fa una barca quando vuole arrivare ad una destinazione? Orienta le vele in base al vento che soffia per dirigersi verso la meta stabilità. Ma se non hai una “Mappa”  ti fai spingere dal vento da dove soffia, giusto? E se non hai nemmeno un porto dove vuoi arrivare arriverai dove ti porterà la corrente. E se è un posto che non ti piace? Avere la tua “Mappa”  è un passaggio cruciale per ripartire con  forza e determinazione e arrivare dove TU scegli di arrivare.

– RIPARTIRE – Questa parte rappresenta la parte “pratica” se così vogliamo chiamarla. E’ quella parte che come il motore di un’ automobile è in sintonia perfetta con tutte le sue parti. Ci spinge verso la direzione che abbiamo scelto. Senza questa fase manca non c’è spostamento. Non c’è movimento. Non c’è avanzamento. Di nessun genere.

Ma perché ti ho parlato di questi 4 elementi per chi desidera ripartire dopo un momento di difficoltà?
Perché se non affronti adesso queste questioni e rimandi, presto o tardi, arriverà un momento di difficoltà.

E potrà capitare (forse è dietro l’angolo e tu non lo sai). Spesso capita che quando arriva non sei pronto ad affrontarlo. E può capitare che non avrai la forza e la motivazione per rialzarti e ripartire, soprattutto se ti manca la tua “Mappa”.

Sì, perché che tu lo voglia o meno, che ne sei consapevole o no, oggi è un continuo ripartire.
Nella professione, nei rapporti personali, nel prendersi cura di se stessi.

Oggi o sei pronto a ripartire, cavalcando le situazioni che si presentano o soffocherai. Hai presenta quando un’ onda alta dieci metri ti avvolge e ti risucchia verso gli abissi? Hai presente la sensazione di soffocamento? Bene, questo è quello che potrà accaderti se non hai creato la tua “mappa”.

Ti stai chiedendo se Ripartire è facile?
La mia risposta è “Ni….”

O meglio, sì se sai come farlo, se hai la tua “Mappa”.
Trovo scontato che devi impegnarti a farlo, seguendo le 4 cose di cui ho scritto nella righe appena sopra(questo è quello che può esserti utile per creare la tua mappa personale per ripartire )

Non è facile ripartire, se cerchi scorciatoie(che non esistono).

Qual è la cosa più importante in questi casi come quando intraprendi un viaggio?

Avere una mappa che passo dopo passo ti indica le strade da seguire per giungere alla tua meta. Ed ecco che dalla mia esperienza personale delle decine di ripartenze che ho avuto, sono in grado di fornirti una “mappa” dettagliata con i passi da seguire. Passi che puoi fare anche tu grazie a questa “mappa”.  Grazie ad essa, avrai un aiuto per individuare degli step da seguire. Step che puoi modellare ogni qualvolta lo vorrai.

E allora, solo quando avrai bisogno di ripartire potrai prendere sotto braccio la tua “mappa interiore” e dirigerti verso quella che credi sia la tua strada… mentre ti godi il tuo viaggio.

Nel Frattempo ricordati che…

Il compito a cui dobbiamo lavorare, non è di arrivare alla sicurezza, ma di arrivare a tollerare l’insicurezza. (Erich Fromm)

Salvatore

PS. Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sul tuo social preferito

PPS Questo Mini Report Gratis è una risorsa che ti aiuta a capire “Come Ridefinire il Tuo Tempo e la Tua Vita”

PPSS Ti piacerebbe partecipare ad un gruppo su Facebook in cui parliamo dell’ argomento su “come ripartire dopo un momento di difficoltà? Lasciami il tuo pensiero in un commento qui sotto…

Come avere accesso ai 50 “TOP” libri sulla crescita personale ora!

In questo articolo voglio guidarti alla scoperta dei 50 “TOP” Libri sulla crescita personale.
Sei pronto? Si comincia!

Sai come scoprire i “TOP” libri sulla crescita personale, validi e SENZA perdere tempo?

Questa domanda è stata (e lo è) una delle domande che mi faccio.
E questo fin da quando ho iniziato a scoprire questo mondo.

Tutto ebbe inizio a gennaio del 1992 in una giornata di primavera inoltrata.

Affacciandomi alla finestra, sullo sfondo, una luce luminosissima che mi abbagliò gli occhi.
Sarà un faro puntato di un’ auto? No, qualcosa di molto più gradevole allo sguardo: il sole che rifletteva sulle acque blu del lungomare di Cannizzaro, nei pressi di Catania. (qui trovi dove tutto è iniziato: http://www.salvatorecastro.it/chisono/ )

Mi trovavo all’interno di una struttura privata insieme a credo una cinquantina di persone o poco più. Tutti molto attenti e ansiosi di imparare. Stavamo seguendo un corso per imparare a migliorare la gestione del tempo e produrre risultati nelle vendite e nel business. Fu il mio primo corso di crescita personale. Ecco perché è ben presente alla mia mente.

 

corso-gestione-tempo

 

Ricordo ancora il mio stupore e la voglia di apprendere. Ero totalmente preso e affascinato.
Il seminario era tenuto da un giovanissimo trainer: Stefano Santori.

Quello fu il mio primo passo come ingresso nel tempio della crescita personale.

Ne ero entusiasmato è dir poco!
Ne ero affascinato.

La mia mente si lasciava trasportare tra i sogni che si facevano spazio tra pensieri, immagini ed emozioni.
Il mio sguardo sfocato, era immerso in questo mondo di meraviglia.
Per la prima volta comprendevo quanto erano reali le possibilità di realizzare quello che sognavo.

La sensazione di benessere era totale!

Lì, accanto a me, Carmelo un cugino acquisito.
A lui devo l’aver piantato nella mie mente un seme. Un seme che, con il giusto tempo, avrebbe creato un germoglio. Piano piano, sarebbero spuntate le radici che sarebbero diventare estese, forti e profonde.
Proprio come la ghianda che poi diventa una maestosa quercia.

Avevo appena iniziato a scoprire le Dinamiche Mentali delle Persone di Successo(ho scritto un articolo su questo argomenti che puoi leggere qui. ( http://www.salvatorecastro.it/tre-dinamiche-mentali-delle-persone-di-successo/ )

 

travel-to-europe-free

 

Mi parlò del mensile “Millionaire”.
Da quella volta, tutto cambiò!

Fu proprio attraverso la lettura di Millionaire che scoprì la crescita personale.
La meravigliosa scoperta data dall’esistenza di questo genere di corsi.
Ma soprattutto dai libri  sulla crescita personale.

Ne ero entusiasmato!
Mi sentivo rapito da tutto ciò.

Un concetto che mi rimase impresso fu: “Non si gestisce il tempo, si gestisce la propria vita”.

 

businessman-1492563_1280

Finito il corso sulla gestione del tempo e dopo aver acquistato uno strumento che è stato utilissimo per me, da lì a meno di un anno, mi trasferisco a Roma.

Uno dei miei sogni si realizza!
Tutto inizia a prendere forma pensai nella mia mente. Ma i “4 blocchi mentali” iniziavano a farsi sentire (puoi approfondire su questo articolo “Blocchi Mentali: Come Riconoscerli e Sconfiggerli!” )

 

travel-to-europe-free

Passato l’entusiasmo (e la paura del nuovo), mi trovo a dover fare i conti con la realtà romana.
Una città enorme per me che venivo da un paesino di 6.000 abitanti.

Iniziai a cercare lavoro.
Cercai di continuare la professione che avevo iniziato circa 3 anni prima: quella di venditore.

La sfida si presentò subito dura.

Rispondevo ad annunci e mi presentavo.
Tutti cercavano venditori di enciclopedie, libri e altro materiale da vendere porta a porta.
Ma ne ero impaurito.

Qualcosa non mi tornava.
Un giorno mi trovai a fare affiancamento con un tizio che mi portò a vendere calcolatrici e cianfrusaglie varie. Mi ritrovai ad entrare in dei baracconi nei dintorni di Ponte Marconi, vicino l’Eur.  Più tardi, dalle parti di Ostia.

Mi feci riportare subito indietro.
Non era quello che volevo.

La paura si faceva sentire.
Dovevo trovare qualcosa per mantenermi e pagare l’affitto di 450 mila lire(oltre le bollette). Questo era il prezzo della stanza in cui abitavo(zona Cinecittà).

Dopo aver risposto all’ennesimo annuncio, fui preso come consulente. Proponevo mutui per i clienti che acquistavano casa con Tecnocasa. Questo lavoro, certo si avvicinava più a quello che volevo. Ma non poi così tanto. Infatti faceva a pugni con un argomento in cui non mi sono mai sentito a mio agio: i numeri.

Calcolare tassi di interesse, avere a che fare con cavilli tecnici, contatti con banche.
Insomma, non era proprio quello che si avvicinava alle mie inclinazioni.

Per un po’ lo feci.
Ma quando tornavo a casa ero da solo.
I soldi scarseggiavano (i miei genitori mi davano qualcosa) e non potevo fare quasi nulla.
In camera la sera, da solo, non avevo nemmeno la tv.

Ero da solo con i miei pensieri.
E con le mie paure, dubbi e ansie.

Ma il cambiamento era dietro l’angolo…

 

travel-to-europe-free

 

Un giorno, mi trovai ad entrare nella libreria della stazione Termini, quella che si trova giù al Dragstore.
Tra decine di scaffali pieni di libri sulla crescita personale, il titolo di un libro mi colpì. Hai presente un fulmine quando sei nel pieno della tempesta? Allo stesso modo: “Come migliorare il proprio stato mentale, fisico finanziario”.

 

41ujibu4-tl-_sx323_bo1204203200_

Caspita!
Era quello che serviva a me.
Non ci pensai un attimo.

Lo presi tra le mani e lo portai alla cassa per pagarlo.
Non feci in tempo ad uscire che comincia a sfogliarlo e vedere che era un piccolo “mattone”.

Dentro di me sentivo una forte emozione.
Come se avessi trovato l’oro. Come se lì dentro, ci fossero le “istruzioni” per risolvere quel problema che tanto mi assillava.

Da quel giorno, quel libro divenne il mio “miglior amico”.
Lo portavo sempre con me, dentro la borsa.
Appena potevo lo prendevo tra le mani e ne sfogliavo qualche pagina.

Una frase mi colpì: “Dare alle persone la capacità di rendersi conto che sono loro stesse a determinare il risultato della loro vita non è sempre facile”.

Accidenti!
Siamo noi che determiniamo il risultato della nostra vita!
Scoprire che Tony quando era giovane viveva in una stanza e lavava i piatti nella vasca da bagno, mi avvicinò moltissimo alla realtà che stavo vivendo(anche se non lavavo i piatti nella vasca).

I pensieri e le riflessioni si sovapponevano uno sull’ altro nella mia mente.

“Ma se è così, pensavo tra me e me, vuol dire che quello che adesso sto vivendo e non mi piace, posso cambiarlo!”.
Continuai la lettura per qualche riga ancora, fino a quando non entrò in ufficio la coppia di clienti con cui avevo appuntamento.

A malincuore fui costretto ad interrompere quasi di botto la lettura a tre quarti di pagina. Mi consolò il fatto che la sera dopo aver finito di lavorare, sarebbe stato mio. Non avrebbe avuto scampo! Ero fortemente deciso a scoprire in che modo avrei potuto creare la vita come la sognavo.

Fu così che da quel momento in poi, divenni un vorace lettore di libri  sulla crescita personale.
Un po’ come accade con le ciliegie, hai presente? Una tira l’altra.

Da quel primo libro, seguì il secondo di Tony Robbins “Come ottenere il meglio da sé e dagli altri” e poi
“Appunti da un amico”.

Insomma negli ultimi 20 anni ho letto svariate centinaia di libri sulla crescita personale.

Ma la domanda che mi ponevo (e che mi pongo anche adesso) e che forse ti stai facendo tu anche adesso è: Come trovare libri sulla crescita personale validi SENZA perdere tempo?

 

travel-to-europe-free

 

Questo è un problema che ho vissuto. Ed è lo stesso problema che hanno tutte le persone appassionate di libri sulla crescita personale. Così mi sono chiesto: in che modo posso risolverlo?

Immagina per un attimo.
Se ci fosse una Guida che finalmente raccogliesse solo il “TOP” dei libri e delle risorse per la tua crescita personale, che possono esserti utili a migliorare più velocemente la tua vita, il tuo business e le tue finanze, vorresti averla? Bene! Smetti di immaginare perché è proprio questo che accade quando scarichi la Guida “Top Libri”

Adesso hai tutto pronto!

Sì, ho creato una la Guida “TOP” libri sulla crescita personale.
Tra le svariate centinaia che ho letto e studiato, quelli che mi hanno veramente influenzato, sono una cinquantina.

Questi cinquanta o poco più di libri sulla crescita personale, li ho racchiusi in questa “Guida TOP Libri”

A cosa può esserti utile la “Guida TOP Libri”?
Certamente a non perdere tempo (la risorsa più importante che hai) e anche a evitare di spendere soldi in risorse che non lo meritano.

Infatti ho selezionato(e continuo a farlo) le migliori risorse tra libri sulla crescita personale, video corsi e materiale mp3. In questo modo tu puoi avere tutto in modo veloce, sicuro e pratico senza perdere tempo e soldi. Tutto questo ti garantisce di poterti concentrare solo su quelli che sono utili per migliorare la tua vita, il tuo business e le tue finanze. Comodo no?

All’interno della “Guida TOP Libri”  sulla crescita personale, ti segnalo anche quali sono i miei “5 TOP”.  Sono quelli che ancora oggi, sono lì sempre  in un posto preferito della mia libreria. E spesso, quando ho bisogno di trovare delle risposte, le metto sulla mia scrivania(mentre scrivo questo articolo uno in particolar modo è qui, vicino a me. Lui è il “N°1 della mia lista”).

Facendo così, ci trovo le risposte.
Quelle che stavo cercando.

Uno dei miei “5 Top Libri” ad esempio porta con se una frase che mi aiuta a “correggere la rotta” durante la mia giornata e recita così: “Il tuo futuro è limitato dalla dimensione dei tuoi pensieri”.

Su questo punto ti segnalo un post che ho scritto e che ha letteralmente “tracciato” il futuro del romanziere Stephen King (leggi qui l’articolo http://www.salvatorecastro.it/rifiuto-sai-tirar-fuori-il-tuo-manoscritto-dalla-spazzatura/ )

Oppure: “ Sei mediocre solo in confronto alle tue potenzialità!”
Questa frase ad esempio, mi ha aiutato a riflettere a fondo su una mia paura: quella del confronto con gli altri.

In passato ero solito confrontarmi con colleghi, anche più giovani di me.
E questo perché loro avevano già ottenuto tutto quello che io volevo avere.
Mentre io ero li ancora “al chiodo”.

Mi barcamenavo, lottavo, faticavo ma i risultati non arrivavano.
Quando ponevo la mia attenzione sui risultati che non arrivavano, “scattava” come una molla, il confronto con gli altri. La conseguenza era la frustrazione e la demotivazione.

Ma una lezione era dietro l’angolo…

Infatti in uno dei miei amici della “Guida Top Libri”  lessi: prima di avere, devi essere.
Già… CHI devi diventare per avere ciò che vuoi avere? (puoi approfondire con questo post che ho scritto:
( http://www.salvatorecastro.it/come-avere-successo-nella-vita-e-nel-lavoro-ecco-le-3-azioni-strategiche/  )

Ecco che la mia autoistruzione mi indirizzava ad un nuovo atteggiamento mentale.Fu così che tornavo alle domande di prima:

  1. “Il tuo futuro è limitato dalla dimensione dei tuoi pensieri”
  2. “ Sei mediocre solo in confronto alle tue potenzialità!”

E’ stato e continua ad esserlo, un intenso lavoro su me stesso.
Ciò mi ha consentito di confrontarmi solo con le mie potenzialità.
E che ognuno ha il proprio viaggio.

Qual è stato il vero Valore aggiunto che ho avuto dalla lettura e studio dei 50 libri sulla crescita personale (o poco più) all’ interno della “Guida TOP Libri?”: Il cambio del mio atteggiamento mentale!

E non solo…

Ho scoperto almeno altri 8 motivi che mi hanno aiutato a cambiare rotta alla mia vita.

Perchè ti dico tutto ciò?
Perchè i libri che ho selezionato nella “Guida TOP libri” possono aiutare anche te a migliorare questi aspetti:

  1. Atteggiamento Mentale
  2. Capacità di capire “chi sono” e “cosa voglio”
  3. Aumentare la mia determinazione
  4. Pianificare i miei obiettivi che siano in linea con i miei valori (qui trovi un articolo di approfondimento: http://www.salvatorecastro.it/obiettivi-da-raggiungere-nella-vita-quali-sono-i-6-passi-per-farlo/  )
  5. Scalfire e sostituire credenze limitanti sul denaro e non solo
  6. Ho imparato a motivarmi da solo
  7. Ho rafforzato la credenza che “se voglio qualcosa la ottengo”
  8. Ho appreso nuove strategie per migliorare il mio business(sono ripartito da zero!)

E potrei continuare a lungo…

Ecco perché ho voluto creare la “Guida Top Libri”  e poterla condividere con te. Inizialmente, avevo deciso di venderla sui 23 euro o qualcosa in più. Ma alla fine ho deciso di mettere in pratica  una lezione che ho appreso: quello di condividere e restituire qualcosa che ti è stato dato.

Ecco che ho scelto di metterla a disposizione GRATIS!

guida-top-libri

All’interno trovi veramente i miglior libri sulla crescita personale. E questi sia di autori stranieri ma anche italiani. E man mano che ne trovo di veramente utili la tengo aggiornata o te le invio via email quando ti registri per avere la tua “Guida Top Libri” (puoi scaricarla qui Gratis) .

Compila il modulo con il tuo nome ed indirizzo email e la riceverai direttamente nella tua casella di posta preferita.

Salvatore

PS. dopo che avrai scaricato la “Guida Top Libri” , mi prenderò cura di consigliarti altri libri e materiale digitale che possono darti vero valore. Libri, mp3, video corsi che possono esserti utili. Così tu vai “sul sicuro” per il valore che ti daranno e non perdi tempo e soldi.

PPS. Scaricando la “Guida Top Libri”  ti metto a disposizione anche un accesso riservato per solo 100 persone.
Avrai la possibilità di testare gratuitamente un servizio che a breve lanceremo e sarà a pagamento.
All’interno di RDM Social Community, potrai allenarti a mettere in pratica quello che apprendi nei libri che leggi e nei corsi di crescita personale che frequenti dal vivo.
Ci trovi oltre che video, piani di allenamento e un intero team di coach a cui puoi fare domande gratuitamente nel gruppo segreto su Facebook.
Se vuoi approfondire su “Cosa è” RDM Social Community puoi farlo su questo articolo che ho scritto http://www.salvatorecastro.it/corsi-di-crescita-personale-ecco-come-puoi-finalmente-monetizzarli/

PPSS per avere suggerimenti e consigli puoi seguirmi anche su questa FanPage

(Rifiuto) Sai Tirar fuori il tuo Manoscritto dalla Spazzatura?

Sin da quando ho iniziato la mia carriera come venditore, quasi 25 anni fa, è stato l’elemento che maggiormente temevo. Quello che mi faceva desistere dal suonare il prossimo campanello(vendevo porta a porta). Quello che mi bloccava: il Rifiuto.

E questa cosa me la sono portato dietro per un bel pò di anni.
In ambito professionale e anche in ambito personale.

E mi è costato caro, molto caro.

Ma cosa c’è dietro alla paura del rifiuto?
C’è la paura di non essere accettato, la paura di non essere come gli altri si aspettano. Il timore di non essere adeguato. In altre parole, la paura di non essere qualcosa. Tradotto tutto questo si chiama non amarsi e non accettarsi per come si è e per ciò che si fa.

Questo non accettarsi, porta con se un inevitabile dolore.
Dolore che si ripercuote anche nella tua vita personale ma nasce proprio da dentro di te.

Si è rifiutati quando non vieni scelto dall’ allenatore per una partita importante di basket.

Quando non ottieni la parte teatrale per la quale ti sei preparato. Oppure quando non ottieni quella promozione che ti aspettavi, compresi i tuoi colleghi. Vieni rifiutato anche quando hai il tuo manoscritto viene respinto, quando il tuo progetto non viene preso in considerazione.

 

rosa-1636412_1280

Ma un giorno sono riuscito a superare questa paura del rifiuto.

Come ho fatto?
Ho semplicemente accettato e fatto mio, l’idea che il rifiuto è un elemento essenziale della vita.
Se vuoi ottenere il successo che cerchi non puoi rifuggire il rifiuto perchè…

il rifiuto è un Mito…

 

Prova a pensare a queste situazioni…

Hai un progetto imprenditoriale che stai cercando di realizzare.
Stai cercando dei partner e le persone con cui ne parli trovano ogni cosa per  rifiutarlo.

Fermati un attimo su questa cosa… .

Nulla è cambiato rispetto a quando hai esposto il tuo progetto.
Eri al Punto A e sei sempre al Punto A. Non è peggiorato nulla.
La situazione è’ rimasta la stessa.

Lo cosa peggiora solo se il tuo attteggiamento diventa del tipo “ecco lo sapevo, le cose che faccio non piacciono a nessuno”; “Vedi, tizio aveva ragione a dirmi che non combinerò mai nulla di buono”.

Questo è deleterio!

Sai cosa ho imparato a ripetermi quando qualcuno rifiuta una mia idea, un mio progetto? ”

… alcune persone diranno si, altre persone diranno no. Che importa?

 

Sì, perchè la fuori qualcuno sta aspettando le tue idee, i tuoi progetti.
Devi fare solo in modo di incontralo. E l’unico modo per farlo e parlarne.
Continuare a parlarne finchè non ricevi un “sì”. Tutto qui.

Quello che devi comprendere è che se quello che fai è animato dalla tua passione, presto o tardi, se avrai la capacità di continuare ad andare avanti otterrai il risultato che desideri. Forse anche qualcosa di meglio.

Quando qualcuno rifiuta il tuo progetto, la tua idea, non sta rifiutando te!
Ma solo quello che  hai da esprorre.

La soluzione?

… AVANTI IL PROSSIMO!

 

Per ottenere ciò che vuoi, devi chiedere, chiedere e continuare a dire a te stesso “Avanti il prossimo”.
Può sembrare strano ma è tutta questione di numeri.

Non è una questione personale.
Solo se la prendi su un fatto personale, ti farai bloccare dal rifiuto.

Sai cosa è accaduto all’ ormai famose romanziere Stephen King?
Ha commesso un errore che stava per costargli diversi milioni di dollari se non fosse stato per sua moglie.

Ecco il fatto…
Dopo numerosi rifiuti del suo manoscritto, Stephen aveva buttato nella spazzatura il suo manoscritto  di Carrie.
“Non ci interessa la fantascienza che si occupa di utopie negative” gli veniva detto.

Per fortuna la moglie lo tirò fuori dalla spazzatura.
Alla fine Carrie è stato stampato da un editore e ha venduto oltre quattro milioni di copie ed è anche diventato un film di successo.

Pensa se sua moglie non lo avesse tirato fuori dalla spazzatura.
Cosa avrebbe perso?

Salvatore

PS. Qual è l’ultimo rifiuto che hai avuto per un tuo progetto una tua idea?
Scrivilo in un commento qui sotto.

PPS. Non l’hai ancora vista? E’ la mia fan page che è lo strumento ideale con cui comunico oltre al blog e alle email.

[Coaching] Ecco come cambiare la tua vita e che loro non ti dicono…

… Per cambiare la tua vita con il coaching(gestito all’interno di un Sistema).
Questo è il modo migliore per creare un cambiamento duraturo entro 12 mesi.

In questo post ti svelo un “altarino” su cosa i formatori non ti dicono per cambiare davvero la tua vita.
Cambiare le tue abitudini e dare una direzione alla tua vita. Questo invece lo puoi fare!

Il fatto è che non ti viene detto per alcuni motivi ben precisi e che fa comodo a loro e anche a te:

  1. Non hanno interesse a farlo(meglio avere le persone ai corsi e “tenerle nel brodo”)
  2. Anche se te lo dicessero, tu sei alla continua ricerca di “quel qualcosa” che ti cambia la vita

Quel qualcosa che non troverai mai fino a quando…

… non smetterai di fare corsi di formazione su corsi, come fossi un collezionista.

 

La maggior parte delle persone che frequenta corsi di crescita personale, non si rende conto che è un collezionista di corsi. Questa cosa, nessuno te la dice. Infatti per portare un cambiamento nella tua vita non devi continuamente fare corsi su corsi.

Basta iniziare a scoprire alcune cose su di te(ne parliamo in modo approfondito all’interno del Percorso in 6 moduli Riparto da Me! che hai in regalo prenotando il tuo percorso RDM System Coaching).

===============
ECCO LA VERITA’:
===============
Quando devi fare un cambiamento nella tua vita, in qualsiasi area, dal business, alle relazioni, alla forma fisica, hai tutto contro.

Per “tutto contro” mi riferisco a degli schemi mentali che hanno creato delle robuste abitudini.
Queste abitudini le esegui in modo inconscio da 10-20-30 o addirittura da 40 anni e forse più.

Sai qual è la buona notizia?
Puoi cambiarle!

Ma come pensi che un corso di due giorni o più, dove ci sono centinaia di partecipanti, possa cambiare la tua vita e le tue abitudini?

Qual è il modo migliore per cambiare veramente la tua vita senza perdere tempo, soldi e sentirsi frustrati facendo in modo che sia piacevole e duraturo? C’è un solo modo per farlo…

…iniziare a fare un lavoro all’interno di te stesso.

E da solo non puoi farlo.

E non puoi perché gli schemi mentali che hai sviluppato durante il corso della tua vita, sono diventate automatici.
Essi “scattano” in maniera automatica(si proprio come una molla), quindi non te ne accorgi nemmeno.

Ecco perché ripeti lo stesso film tutte le volte che vuoi rimetterti in forma per l’ennesima volta. Rinunci al tuo dolce preferito; lavori sodo e non riesci a guadagnare quello che vuoi; ricadi sempre negli stessi errori.

Devi imparare a Ri-conoscere questi meccanismi interni. Lavorarci ed iniziare a creare una nuova immagine di te che sia in linea con quello che vuoi essere e diventare. Se non riesci a cambiare questa immagine di te, ogni cambiamento ti sarà precluso per sempre!

Ecco perché è importante avere un mantra per te perchè…

…ti aiuta a creare una nuova identità.

 

Imparare a trovare la vera finalità per cui vuoi essere in forma, o qualsiasi altro obiettivo. Crearti una nuova immagine, una nuova identità e facendo azioni congruenti, ti porteranno proprio lì.

Ecco perché hai bisogno di conoscere UN segreto.

Uno solo.

Ma che cambia radicalmente il tuo modo vivere dal giorno alla notte. Anche se non pensi di farcela e tutti ti prendono in giro quando fai la lista della spesa.

Il segreto per cambiare radicalmente la tua vita è quella di dare una risposta a questa domanda…

… “qual è il PERCHE’ dietro a tutto quello che fai?”.

 

E continuare a farti altre domande che ti aiutano “a scavare” dentro di te per capire qual è il tuo scopo nella vita, qual è la tua missione….

…finchè non hai completato il quadro di Picasso di ciò che è il tuo scopo.

…esatto, è proprio come scavare per trovare un tesoro.

Scavi con le mani, sempre più in profondità, ti fai le giuste domande, trovi dei pezzi, li guardi, li studi. E poi continui a scavare per trovare il pezzo forte della collezione.  Questo fino a quando non sei pronto a rimettere insieme i pezzi e scrivere la tua storia.

Non cominci a vendere un libro se non sai cosa scriverci.

Ma quando hai individuato il nocciolo duro e hai messo insieme i pezzi che creano il puzzle, sei pronto ad aggiungere altri pezzi per renderlo straordinario e unico.

Facciamo qualche esempio su cose CONCRETE?

Via, iniziamo..

Cambiare la tua vita

Se vuoi migliorare la tua forma fisica come la maggior parte delle persone potresti fare:
============================================================

una dieta letta sul giornale che ti mostra fusti e fighe da tutte le parti e cominciare, per iniziare, con 7 limoni spremuti la mattina appena ti alzi, bere beveroni per 2-3 volte al giorno, per poi continuare a mordere qualche finocchio e qualche carota durante la giornata.

Continui così per 3-4 giorni in cui ti senti certamente più leggero, ma i crampi della fame ti prendono da tutte le parti. Mentre vedi la tua famiglia che a cena mangia quell’antipasto di prosciutto crudo con salame, accompagnato dal pane fatto in casa da tua nonna.

E tu?
Mangi un finocchio e senti in bocca quello sfilacciarsi che sembra di avere un capello in bocca. Blah!!

La routine giornaliera è questa:

bere il succo di 7 limoni spremuti appena alzato e un caffè senza zucchero, a metà mattinata una pera, a pranzo una bella insalata senza olio e sale, caffè senza zuccherò, merenda con una centrifuga di frutta, sera carote crude e finocchi(con annessi capelli in bocca 🙂 ).

Ma questo non è il percorso che ti aiuta ad ottenere la tua forma fisica(e a essere in salute).

======

Visto?

Cosa provavi mentre leggevi quello che ti ho scritto?

Non ti è venuta voglia subito di rinunciare?

Bene. Ora pensa invece cosa puoi fare con l’aiuto di Coach Nancy e con il percorso RDM System Coaching – Life Coaching che ti aiuta a capire qual è il tuo “Perché” dietro alla voglia di metterti in forma.

== >> RDM System Coaching – Life Coaching << ==

 

Nancy, ti aiuta con sessioni individuali di Web Coaching “scavare” dentro di te. Capire quali sono gli schemi mentali che fino ad oggi ti hanno impedito di raggiungere quell’ obiettivo di rimetterti in forma(o altri).

Come sarebbe se tu prendessi consapevolezza di quello che ti impedisce di migliorare la tua vita?
Cosa accadrebbe se scoprissi dentro di te le risorse che ti possono evitare le sofferenze e le frustrazioni che oggi stai provando?

Come ti sentiresti se avessi la mappa di un percorso da seguire giorno dopo giorno? Avere un coach che ti prende per mano e ti aiuta a trovare le soluzioni e la strada per raggiungere i tuoi obiettivi?

Ti sentiresti più sicuro se avessi il Tuo Coach che ti aiuta a riconoscere i tuoi “blocchi mentali” e ti aiuta ad evitarli? Come sarebbe se ti sentissi certo di ottenere ciò che vuoi e provare soddisfazione e orgoglio per ciò che sei riuscito a fare?

Immagina tutto questo chiudendo gli occhi….

…e dopo fai diventare ciò che hai visto realtà grazie a questo:
== >> RDM  System Coaching – Life Coaching -(4 Video Pillole Gratis) <<==

 

Ai tuoi obiettivi.
Salvatore

P.S. Voglio rispondere alla domanda che mi hanno fatto in questi giorni:

Perché prenotare RDM System Coaching – Life Coaching + il bonus del valore di 77,70(se rientri nelle prime 25 prenotazioni)?

Vedi, a differenza dei servizi di coaching che trovi in giro(se ci hai fatto caso oggi sono tutti coach novelli anche se bravi), Nancy è una professionista che da moltissimi anni svolge questa professione con successo e ha aiutato molte persone. Inoltre è una professionista dietro la quale si nasconde una dote di empatia che è difficile trovare.

RDM System Coaching-Life Coaching è un sistema che ti aiuta e ti prende per mano passo passo. Ti fornenisce risorse come libri e Video Corsi che possono darti vero valore per ciò che vuoi ottenere.

Anziché comprare video corsi e libri perché te lo ha consigliato l’amico, noi ti segnaliamo quelli che fanno al caso tuo. In questo modo non rischi di perdere soldi e tempo su cose che sono di scarso valore.

Ma tu non hai tempo da perdere e nemmeno soldi da investire a vuoto. E allora andare sul sicuro ti aiuta in modo più veloce e certo di dedicare il giusto tempo con le giuste risorse per te.

E questo, ora, puoi averlo con:  RDM System Coaching –Life Coaching

[ OBIETTIVI ] Sai qual è il carburante principale?

Sì, sai qual è il tuo carburante principale per i tuoi obiettivi?

C’è una cosa che mi ha sempre incuriosito fin da bambino: scoprire i segreti e le strategie di chi era “di più”.
Di chi era più bravo, di chi otteneva di più, di chi in qualche modo avevo preso a modello.

Istruzione

Con gli anni crescendo, questa mia leggittima curiosità è diventata una vera e propria “ossessione”. Non perchè fosse catalogata con l’etichetta “negativa” ma perchè è stata ed è la domanda che mi pongo più spesso: come posso costantemente migliorare imparando dalle persone che sono “di più”?

E da questa domanda che ho iniziato a sviluppare una sana curiosità e  profondo desiderio di sapere. E la lettura e lo studio di svariate centinaia di libri di crescita personale e di biografie ne sono la prova.

Nel post che stai leggendo, voglio darti un modello che puoi utilizzare come carburante per i tuoi obiettivi. Ma non un modello teorico ma pratico, che puoi iniziare ad utilizzare da subito ed è…

…il Tempo, il carburante principale per raggiungere i tuoi obiettivi.

 

Ti sei mai chiesto perchè le persone fanno la fila quando ci sono sconti nei negozi? O dove fanno una promozione in cui ti regalano la colazione del mattino? Oppure quelle persone che hanno visto una promozione in un negozio di un prodotto e fanno 40 minuti di auto per avere 29 euro di sconto?

Forse lo fai tu stesso?
Queste persone stanno facendo tutti lo stesso identico errore e sono tutti nella stessa barca: stanno svendendo il loro tempo, la risorsa più importante che ognuno di noi ha.

Sì, lo so che sai che è la risorsa più importante.
La tua obiezione può essere quella di “cavolo c’è da risparmiare 29 euro ai tempi d’oggi…”.

Ma ti sei chiesto alla fine  del viaggio di 40 minuti, del carburante impiegato, se hai veramente risparmiato o perso il Tuo Tempo che avresti potuto utilizzare per far rendere denaro?

Chi dice che il tempo è gratis, molto probabilmente non ha la consapevolezza che quel tempo, un giorno, finirà.
Se ti dicessero che avessi solo 3 settimane di vita cosa faresti?

Vedi, la nostra vita è vincolata a due fattori:

  1. Il tempo libero
  2. Il tempo vincolato

Il tempo libero si concentra nei weekend quando “le gabbie del lavoro” sono state aperte e la sera. Il tempo  vincolato invece è il tempo che tu dedichi al lavoro e che spendi per guadagnare denaro.

Forse non ti rendi conto perchè in fondo nessuno ce lo dice, che il denaro che ottieni dal tuo lavoro, compra il tuo tempo libero(quello del weekend e della sera). E non ti rendi conto che…

…Il tempo vincolato è il riscatto che paghi per avere il tuo tempo libero.

 

Di fatto c’è un Tempo Giusto e un Tempo Sbagliato:

Tempo Giusto = tempo libero

Tempo Sbagliato= tempo vincolato

Questo è il piano che ci hanno propinato.
Un piano in cui sei schiavo del tuo tempo che presto o tardi si esaurirà.

Dì la verità…potrai dire di aver mai vissuto seguendo questo piano?
Sarai d’accordo con me che la risposta è no!

Einstein

Per uscire da questo circolo vizioso o come qualcuno la chiama “la Ruota del Criceto” (perchè rincorri sempre due cose:tempo e denaro), c’è una sola cosa che puoi fare: disimparare quello che ci hanno insegnato!

Ma che cosa significa disimparare?
La mia risposta è molto netta: azzera tutto quello che sai e che non ti serve.

Sarà facile?
No.

Si può fare?
Sì!

In quanto tempo?
Nel tempo che tuo vorrai.

Come puoi fare?
Attraverso l’autoistruzione

Nel sistema in cui viviamo e siamo cresciuti, e che i nostri genitori ci hanno inculcato  è quello di studiare, laurearsi e poi trovarsi un lavoro per poi poter progettare una famiglia, dei figli, invecchiare e poi il grande finale che sai già!

Non so a te ma questa prospettiva, questa “logica” (non ci trovo nulla di logico)del sistema l’ho sempre, dico sempre, rifiutata! E la causa di questo sistema  è quello che il mondo cambia velocemente e le persone vengono espulse(o non entrato proprio) nel mondo del lavoro.

Si sta affrontando la propria vita con un sistema vecchio, morto e sepolto e che oggi non funziona più.
LA REGOLA DI OGGI E’…

…Acquisisci nuove abilità, competenze e le strade e le opportunità
si apriranno davanti a te.

 

Ma ad ogni nuova sfida c’è sempre pronta la scusa: “Non so come fare!”.
Te lo sei detto almeno una volta anche tu?

Io sì, ma poi ho smesso di raccontarmi questa storiella perchè… Se vuoi, Puoi!
E anche perchè questa storiella non funziona più.

Nel momento sociale e storico in cui ci troviamo, una scusa simile non ha modo di esistere.
Se vuoi imparare una cosa, vai su Google e te la cerchi!

“E ma, ci sono corsi che costano tanto e non ho i soldi…”
Altra storiella… vecchia!

Su Google(e anche su questo blog), ci sono centinaia e centinaia di risorse gratuite(video corsi, ebook, podcast, webinar, Blog etc.)

Il tuo compito è quello di Autoistruirti e Applicare quello che apprendi. Investire su te stesso è l’investimento migliore in assoluto che puoi fare. Preparati ora a pagare il tuo prezzo perchè presto o tardi, pagherai(carissimo) il prezzo della tua non istruzione e spesso questo si presenta quando sei con le spalle al muro o quando la corrente del cambiamento sta per portarti via e non potrai farci nulla(proprio come sta accadendo ora mentre leggi).

Assicurati di fare la scelta giusta, perchè ogni scelta come sai, comporterà una conseguenza e dovrai viverci con la conseguenza di quella scelta che hai fatto.

Ecco perchè….

…il tempo è lo strumento più prezioso.

 

Chi impara a gestire la propria vita, impara a gestire il tempo in ogni aspetto della propra vita. Ci sono momenti in cui devi lavorare sodo e ci sono momenti in cui devi lasciar andare i tuoi pensieri senza fare nulla.

Imparare a lavorare con intelligenza e non duramente come ci hanno proprinato fino ad ora. Non sono le ore su cui devi concentrarti per lavorare, ma sulla tua produttività. Ecco perchè alcuni imprenditori illuminati come il fondatore della Virgin Sir Richard Branson lascia liberi da orari i suoi dipendenti per concentrarsi sulla produttività.

Devi capire una cosa…

…impara a gestire la tua giornata o la giornata gestirà te.

 

Vogliamo vedere in pratica come puoi fare?
Eccoti qualche spunto utile…

  • Quando lavori, lavori
  • Quando ti dedichi allo svago, ti dedichi allo svago

Impara a CONOSCERTI.
Questo è un elemento essenziale per gestire meglio la tua vita.
Impara a capire quando sei maggiormente produttivo e quando hai maggiore energia. Analizza le tue abitudini.
Impara a dire di “no”.

Spegni il telefono… .
Personalmente per lavoro non lo utilizzo più.
Uso solo mail,  skype e social network in modo da poter gestire io, quando rispondere e quando è il caso concordare un appuntamento telefonico.

Il mio telefono privato ce l’hanno pochissime persone che ho “educato” a chiamarmi.
Se mi chiamano se posso rispondere rispondo altrimenti li richiamo appena scelgo di farlo(non lo spengo solo perchè ho mia mamma anziana che abita da sola e a cui do la precedenza assoluta).

Prima di ogni telefonata, annota sempre i punti principali di cui parlare.
Questo evita inutili deviazioni dal motivo per cui dovevate sentirvi.

Altro spunto pratico…
Porta sempre con te un diario in cui annoti le idee che ti vengono.
Se non le annoti subito le avrai perse per sempre con tutti i potenziali guadagni che avrebbero potuto portarti.

Altro spunto…
A fine del tuo lavoro, organizza la tua giornata di domani con orari precisi per cui svolgere una determinata attività. Lo stesso ogni venerdi prima che inizi il weekend così da essere pronti per il lunedi. Lo stesso per fine mese.

Altro spunto sull’ auto apprendimento…
Utilizza i tempi cosidetti morti, per apprendere come ad esempio quando corri, quando fai le pulizie di casa, mentre sei in auto, prima di incontrare in cliente

Ascoltando Audio MP3 di crescita personale in questi frangenti, ti aiuterà ad utilizzare lo stesso tempo per fare due cose in contemporanea e che possono aiutarti ad essere maggiormente produttivo.

Ad esempio…
Se sei un venditore o un imprenditore e devi incontrare un cliente o un fornitore e poco prima hai avuto un momento difficile con un collega, un cliente o con un tuo dipendente. Quale sarebbe il tuo stato d’animo?
E quale sarebbe invece, dopo che avrai ascoltato una decina di minuti di un audio mp3 o di leggere qualche pagina di un libro, prima di avere il tuo prossimo incontro o riunione?

Capisci cosa voglio dire?
Siamo giunti alla fine di questo post che è un pò più lungo del solito.

Ma ciò che importa non è la “lunghezza del post” ma quello che in qualche modo potrà aiutarti a trarre spunto per migliorare la tua vita e il tuo business.

Per tutto il resto c’è….

Lascia pure un commento se ti va o se vuoi chiedermi qualcosa.
Salvatore

PS. Se ti senti incasinato e vuoi capire come ho fatto io a scrollarmi di dosso questo incasinamento puoi dare un’occhiata a questo Ebook che ho scritto e che descrive i 5 passi che ho seguito per farlo e come puoi fare anche tu.

 

[Chi sei veramente?] Sentirti felice con la tua Crescita personale?

La crescita personale, può aiutarti a sentirti felice?

Tempo fa su un libro lessi la frase: “Se vuoi essere felice, apprendi questa lezione: impara a lavorare su te stesso con un forte impegno e più di quanto tu faccia nel tuo lavoro”.

Da sempre ho una mente aperta a tutto ciò che può migliorarmi. Dal momento in cui ho letto questa frase, ho scelto di dedicare ogni giorno a lavorare su me stesso e alla mia crescita personale.

Ma ci fu una cosa che mi fece un pò paura allora. Lessi che lo sviluppo personale dura tutta la vita mentre io pensavo invece che ci fosse stato un momento in cui “si arriva”. Adesso so che non è così.

Quello che diventiamo è molto molto più importante di ciò che otteniamo.
Spesso siamo portati a farci domande errate ed una di queste è: “che cosa sto ottenendo?
Domanda che pone un giudizio e si sofferma sul risultato anzichè su una linea di tendenza qual è la propria crescita personale.

La domanda formulata correttamente è: “che cosa sto diventando?”
E’ ciò che diventiamo che ci orienta verso ciò che otteniamo ed è direttamente connesso.
Fermati un attimo e pensa a ciò che hai oggi…

Quello che hai adesso in questo preciso momento in cui i tuoi occhi stanno leggendo questo testo è esattamente ciò che in qualche modo hai attratto nella tua vita, diventando la persona che sei oggi.

… Per Avere di Più Occorre Diventare Di Più di Ciò Che Si E’.

 

Diversamente se non siamo disposti a modificare il nostro modo di essere, si avrà sempre quello che si ha.
Qualcuno potrebbe obiettare “ma io non voglio cambiare il mio modo di essere”. Infatti non devi cambiare te stesso/a ma devi acquisire nuove abilità che ti consentono di migliorare te stesso/a in ogni ambito della tua vita.

crescita-personale

E proprio su questo argomento, qualche giorno fa, leggevo un post su un gruppo di Facebook che seguo e che è molto interessante(non scrivo l’autore del post perchè dovrei chiederne l’autorizzazione). In questo post l’autore scriveva:

“Ogni tanto mi diverto a giocare con un giochino che si chiama take it easy.
In questo gioco bisogna posizionare delle tessere con delle righe che si devono incrociare per formare delle righe più lunghe di vari colori. Ogni colore ha un punteggio e si vince quando si formano righe colorate con punteggio maggiore e di lunghezza maggiore. È Molto stimolante per la capacità di cogliere lo spazio e le posizioni.
Ora vi spiego perché ve lo sto raccontando.
Giocando mi sono venute delle riflessioni.
Quando esce una tessere con la quale posso chiudere una riga accumulando un piccolo punteggio, istintivamente la inserivo dove credevo mi convenisse.
Subito dopo però usciva una tessera molto più potente e oramai avevo perso la possibilità di inserirla.
Ho imparato a fidarmi….ora aspetto e rischio un minimo.
Questo metodo è risultato essere il migliore in assoluto.
Aspetto la tessera in cui ci sono più incroci utili e non corro subito ad usare la prima che capita e che mi da pochi punti ma sicuri e immediati.
Alcune volte la tessera giusta non esce, ma statisticamente questo metodo funziona.
Le occasioni della vita sono così. E la nostra vita non è una singola partita, sono molte partite concatenate e alla lunga si vince molto di più aspettando l’occasione perfetta che accontentandosi della prima che capita.
Claudia giocatrice… ( tempo fa avevo fatto un post sul gratta e vinci…..)”

Il mio commento istintivo è stato…

…Del Resto Accontentarsi, Significa Restare Dove ci fa Più Comodo per Paura di…
(Salire al Proprio Livello Superiore).

 

Ecco una domanda che ti aiuta ad essere “di più” di quello che già sei:
Chi devo essere per…. (aggiungi cosa vuoi ottenere).

Ecco le 5 cose che puoi fare da subito in modo pratico per “essere di più”:

  1. Poniti questa domanda: Chi devo essere per….
  2. Chi sei veramente? (Interrogati…)
  3. Impara a conoscerti
  4. Studia te stesso
  5. Comprendi i tuoi schemi mentali

Facendo questo inizierai a comprendere “Chi sei veramente”(e non quello che dicono gli altri),
“cosa vuoi ottenere” e “chi devi diventare per ottenere…”(ciò che vuoi ottenere).

Già… “CHI SEI VERAMENTE?
E chi devi diventare per ottenere ciò che vuoi ottenere?
Lo sai?

Lascia un commento sotto questo post.
Salvatore

PS. Hai visto la FanPage di Riparto da Me!Club? Ci trovi aggiornamenti continui su idee, strategie per migliorare la qualità della tua vita, della tua crescita personale, del tuo business.

Ecco come anche tu puoi Smettere di Fallire se fai queste 4 cose…

Quanti di voi sono alla ricerca di successo? Successo in ambito finanziario,  riconoscimento sociale, nelle relazioni con gli altri, con se stessi e con il proprio partner.

E quanti di voi hanno paura del fallimento?

Quanti di voi temono di essere respinti, di non essere all’altezza di ciò che si vuole raggiungere, di non meritarsi ciò che si vuole o semplicemente di “non essere portati a…”.

Vedete, il fallimento in realtà non esiste, al contrario di quanto invece ci hanno insegnato.

Falliamo ogni qualvolta smettiamo di tentare, di imparare da una cosa che non è andata come ci saremmo aspettati, ogni qualvolta smettiamo di tentare.

Il fallimento è solo un atteggiamento mentale.
Falliamo ogni qualvolta smettiamo di imparare. Questo è il vero fallimento.

Anthony Robbins dice che “non esistono fallimenti ma solo risultati”.

Si, risultati che ci avvicinano al nostro obiettivo o che ci allontanano.
Ecco che se smettiamo di tentare, smettiamo di riprovarci ci sentiamo falliti.

Si, ci sentiamo falliti e per produrre questo stato mentale, ci diciamo determinate cose su ciò che siamo o su ciò che non siamo in grado di fare. Su ciò che è possibile e su ciò che è impossibile.

Ci creiamo immagini fosche e scure nella nostra mente e ascoltiamo la nostra vocina che ci ripete continuamente “hai visto? cosa ti avevo detto? Non ce la farai mai!” E questa voce ci urla nella mente “NON CE LA FARAI MAI!”, “ma come pensi di farcela se sei così. Ma ti sei visto?”, “e poi, perchè tu dovresti facela? “Dimmi un pò… cosa hai di più degli altri?” E via così….

Vi suona familiare questa vocina che sentite ogni qualvolta decidete di fare qualcosa di nuovo?

Diventare-Migliori

Il dramma principale di chi ad esempio nasce in un ambiente povero o in un ambiente disagiato o comunque non stimolante è non la mancanza di mezzi, ma la mancanza di esempi positivi.

Vedete, gli essere umani si muovono anche per imitazioni di modelli di riferimento. Ecco perchè è importantissimo selezionare accuratamente le persone che frequentiamo, le notizie che ci bombardano il cervello tutti i giorni e tutte le distrazioni varie.

Come ho scritto in un altro post, dobbiamo diventare selettivi.
Se vogliamo avere successo, dobbiamo frequentare persone di successo.

Ovvero frequentare persone che sono degli esempi positivi e che hanno già ottenuto risultati straordinari. Talvolta sono intorno a noi, altre volte sono persone irragiungibili. Ma per fortuna tutti, abbiamo la possibilità di capire come pensano queste persone che hanno raggiunto risultati straordinari.

Come?
Basta leggere i loro libri, seguire le loro interviste, conoscere la loro storia e magari trovarci spunti e analogie con quello che stiamo vivendo. Per fortuna la tecnologia oggi grazie ad internet, ci facilita enormemente in tutto questo.

Imparare per emulazione è fondamentale per molte specie viventi, essere umani compresi.

Ecco perchè è importante frequentare esempi positivi: tenderemo ad imitarli.
E nell’ imitare queste persone tenderemo ad ottenere gli stessi risultati.

Ma per imitare non intendo scimmiottare.
Intendo semplicemente capire e fare nostro il loro atteggiamento mentale, come si muovono, cosa pensano e come agiscono.

Infatti è nella natura dell’essere umano quello di farci influenzare. Sia positivamente che negativamente. E non solo per le persone che frequentiamo ma anche per ciò che leggiamo e ascoltiamo. Siamo un prodotto del nostro ambiente.

In definitiva, la soluzione è nel frequentare quelle persone e quegli eventi che sono da stimolo per la nostra crescita personale e professionale.

Qualche esempio pratico di cosa fanno le persone di successo e che anche voi potete fare?

Leggere il tuo libro preferito ogni qualvolta ne senti la necessita. Quello diventa il “tuo” libro che ti infonde motivazione e stimolo a fare la cosa giusta. Anche io ne ho uno… anzi più di uno.

In definitiva ecco le 4 cose da mettere in pratica se vuoi vivere una vita di successo:

  1. Seleziona le persone che frequenti
  2. Seleziona le informazioni a cui consenti di accedere al tuo cervello
  3. Nutri il tuo cervello con informazioni di qualità
  4. Leggi il “tuo” libro che ti ispira e ti infonde motivazione a fare la cosa giusta

Una cosa a cui quasi nessuno da peso è il fatto che qualsiasi notizia che bombarda il nostro cervervello è destinata ad influenzarci. E questo positivamente o negativamente.

Ma alla fine, perchè si fallisce?
Ci sono tre motivi principali per cui si fallisce:

  1. Non sai cosa vuoi e non sai dove focalizzare le tue energie
  2. Non conosci le giuste strategie
  3. Smetti di tentare dopo che non ci sei riuscito e ti senti scoraggiato

Ecco che il fallimento si manifesta con l’aver smesso di tentare, di imparare e  di riprovare.

Immaginate un Donald Trump che ha smesso di fare il costruttore dopo che ha avuto un tracollo spaventoso che lo ha portato al fallimento, proprio come noi lo intendiamo?

E cosa ne dite di Steve Jobs quando è stato licenziato dalla stessa azienda che lui aveva fondato? E di Fred Asteire che dopo un’audizione è stato giudicato un “modesto ballerino?” O ancora di Walt Disney che venne licenziato perchè aveva scarsa creatività?

E di storie di questo genere ce ne sono a migliaia li fuori. E non devi essere per forza un personaggio noto…

Pensate per un attimo se Steve Jobs avesse mollato….  e se Fred Astaire avesse “preso per vero”  il giudizio che aveva ricevuto o Walt Disney avesse dato credito a quello che gli era stato detto quando fu licenziato.

Ecco che da questi “modelli”, da queste storie, possiamo imparare molte cose.
Potremmo imparare ad esempio a capire:

  • Quale atteggiamento mentale hanno adottato in quelle situazioni?
  • Quali domande si sono fatte?
  • Cosa li ha spinti a non mollare?
  • A cosa hanno scelto di credere?
  • Cosa pensavano?
  • Quali erano le cose che si ripetevano che gli ha consentito di non mollare?
  • Che tipo di immagini proiettavano sullo schermo della loro mente?

A questo punto risulta chiaro che: “Si diventa migliori, se si frequentano i migliori”.

A presto.
Salvatore

Ps. Se ti è piaciuto questo post lascia pure un tuo commento e condividilo sul tuo social preferito.

Ps. Molte persone mi chiedono come fare a sentirsi più sicuri e ruscire ad essere più produttivi.
Trovate la risposta in questi 4 video gratuiti